Recita l’autorevole Wikipedia che ‘tablet PC è un computer portatile che grazie alla presenza di uno o più digitalizzatori, permette all’utente di interfacciarsi con il sistema direttamente sullo schermo mediante una penna e, in particolari modelli, anche le dita’.

Fatto sta che l’evoluzione del personal computer ha visto nascere dapprima i notebook: laptop portatili che hanno la caratteristica di essere dei veri e propri pc trasportabili facilmente; in seguito si sono diffusi i cosiddetti netbook, laptop con meno funzioni ma più economici e il cui uso principale è quello di connettersi a internet per navigare. Infine lo scenario hi-tech si è arricchito con i tablet dove tutto si è ridotto al minimo indispensabile, ovvero uno schermo di dimensioni piuttosto ridotte.

Tablet
L'ultima frontiera?

Non più inserti per infilare un cd rom o un dvd, non più fastidiose periferiche. Il pregio? L’assoluta trasportabilità dell’oggetto sul quale, tutte le case produttrici di hardware, hanno investito ricerca ed innovazione per creare modelli sempre più performanti. I tablet si dividono in differenti tipologie.

I tablet PC Slate, sono conosciuti come Slate PC e sono totalmente privi di tastiera fisica che è invece utilizzabile in modo virtuale, apparendo sullo schermo. Alcuni offrono la possibilità di collegare bluetooth o USB una tastiera compatibile.

I tablet convertibili invece, sono come dei portatili il cui schermo attraverso uno snodo girevole, può essere ruotato di 180° e ripiegato a libretto sulla parte superiore della tastiera.

I tablet ibridi invece, sono quelli che dispongono anche di una tastiera agganciabile alla bisogna, ma sono anche quelli che finora non hanno avuto un grande riscontro di clienti.

Caratteristica di tutti i tablet è quella che sfruttano processori a basso consumo e schede video integrate per agevolarne l’autonomia in ambito di durata.

Il successo del tablet è riassumibile in pochi concetti: il tablet è trend (come tutte le mode segue l’onda del successo e tutti si uniformano per non restarne tagliati fuori); il tablet è comodo (la sua praticità per via del peso e delle dimensioni lo rende grande meno di un blocco notes); il tablet ha anche prezzi accessibili (esistono variabili molto cheap alla portata di tutti).

Tuttavia non sarà l’ultima frontiera e i suoi concorrenti già si sono presentati da tempo: smartphone di ultima generazione che dispongono di schermi anche di 7 pollici. Non male per essere dei semplici cellulari.

Risorse utili